Instagram Profile Twitter Profile FaceBook Profile
Roberto Buffagni

è nato a Modena nel 1956. E' sposato e ha due figli.
Oggi risiede a Gargallo di Carpi (MO), dopo aver abitato a Parma e Milano.
Ha studiato e insegnato (come borsista) Storia dell'Arte presso l'Università di Parma, con C.A. Quintavalle.
Ha iniziato a lavorare in teatro nel 1983, traducendo e adattando un lavoro di David Mamet, American Buffalo , che sulle scene del Piccolo Eliseo di Roma fu diretto da Franco Però, e interpretato da Massimo Venturiello (poi sostituito da Luca Barbareschi) e Sergio Rubini. Di Mamet poi ha tradotto e adattato per la scena, e pubblicato presso la Costa & Nolan di Genova, anche Glengarry Glen Ross (Teatro Stabile di Genova, regia Luca Barbareschi) e Una vita per il teatro con Glauco Mauri (Compagnia Glauco Mauri, Festival di Asti, regia Nanni Garella). I principali lavori di traduzione/adattamento per la scena:
Gli amici , di Arnold Wesker, con Walter Chiari (nel primo ruolo teatrale drammatico della sua carriera), regia Franco Però;
Vero West di Sam Shepard, con L. Barbareschi e M. Venturiello, (Teatro Stabile di Torino, regia Franco Però);
Purché tutto resti in famiglia
di Alan Ayckbourn, con Sergio Fantoni, prodotto dalla sua compagnia, diretto da Nanni Garella;
Un saluto e un addio
di Athol Fugard, con Ombretta Colli (Fox & Gould prod., regia Franco Però);
A metà del giorno
( Partage de midi ) di Paul Claudel, con Daria Nicolodi, Franco Castellano, Luca Zingaretti (Festival di Benevento/Teatro Stabile di Parma, regia Franco Però);
Il principe travestito , di Pierre de Marivaux (Teatro Stabile di Torino, regia Cristina Pezzoli);
Filottete
, di Sofocle (Teatro Stabile di Parma, regia Cristina Pezzoli);
La tragedia spagnola
di Thomas Kyd (Atelier della Costa Ovest/Teatro Stabile di Parma, regia Cristina Pezzoli);
Mercier e Camier
, dal romanzo di Samuel Beckett (Festival di Spoleto, regia Franco Però);
La Celestina
, dal romanzo quattrocentesco di Fernando de Rojas, con Isa Danieli (prod. "Gli Ipocriti"; ripreso e trasmesso da "Palcoscenico", Rai2, nel 1999; regia teatrale e televisiva di Cristina Pezzoli).
Come autore drammatico, i suoi lavori più recenti sono:
Viaggio in Italia
, con Paolo Graziosi ( Festival di Vicenza, Teatro Goldoni di Venezia, regia Franco Però);
Del mondo in mezzo ai turbini
, dramma per musica, con A. Melato, P. Graziosi, D. Del Prete, M. Venturiello (Teatro Stabile del Veneto, Festival Italy in Huston, regia Franco Però);
Il vello d'oro
, con Maddalena Crippa e Maurizio Donadoni (Teatro Stabile di Parma, regia di Cristina Pezzoli);
Il caso Moro
, con Sergio Fantoni (da lui prodotto insieme al Teatro Stabile di Parma, regia di Cristina Pezzoli).
Per l'editoria ha tradotto alcuni libri di autori che ammira, come Tim O'Brien ( Il mistero del lago , per Mondadori); o libri dei quali amava il soggetto, come Io, Orson Welles di Peter Bogdanovich e Jonathan Rosenbaum, del quale ha curato e tradotto l'edizione italiana per Baldini & Castoldi; o libri di amici personali, come Serge Rezvani ( Lula , per Marsilio) e Julien Green ( Il nemico , Ricordi). Ha curato per la "Biblioteca Umoristica" dell'editore Mondadori Il Sarchiapone e altre strane storie (2000) e Tognazzi & Vianello: Un, due, tre (2001). Due libri con videocassetta: Walter Chiari .
Ha pubblicato su riviste, specialistiche e non, molti saggi sul teatro, sul cinema (vincendo anche il Premio Adelio Ferrero per la critica cinematografica) e sulla letteratura.
Da dieci anni circa viene invitato a tenere corsi di drammaturgia finanziati dalla CEE; l'ultimo, tenuto a Milano e a Vigevano, ha avuto per tema l'opera di Anton Cecov, e in particolare Tre sorelle .


L'ultimo libro di Roberto Buffagni è La supercazzola . Istruzioni per l'Ugo. Con DVD (Mondadori)


->Home