Twitter Profile FaceBook Profile

"C'è materiale a iosa per impegnare il dottor Freud in questo sorprendente esordio", Pietro Cheli. "Un'opera stranissima che si legge tutta d'un fiato... Intreccio pieno di 'trovate', non a caso il bravo autore è anche regista teatrale", Valeria Parrella, Grazia. "Amedeo Romeo racconta la vicenda umana a suo modo tragica di una follia inconsueta con una leggerezza che toglie il fiato", Affari Italiani.

AMEDEO ROMEO, NON PIANGERE COGLIONE, ISBN

Andrea Morini è affascinato dalla maternità ma ha il terrore di diventare padre. Il corpo delle donne incinte lo attrae al punto che il solo profumo della crema contro le smagliature risveglia in lui un universo erotico. Quando incontra Lena, alla trentasettesima settimana di gravidanza, confuso nella contemplazione della maternità, si scopre a desiderare di essere lui stesso madre, di portare in grembo una nuova vita. Avanti e indietro tra Genova e Milano o immobile su una sedia di metallo in una cucina vuota, solo o in compagnia di stravaganti compagni di viaggio, Andrea si perde in balìa della sua ossessione. Non piangere coglione (isbn) è il romanzo neoesistenzialista del 2010, che racconta, con divertimento e poesia, la ricerca della felicità di un uomo come tanti. Amedeo Romeo prova a rispondere a una delle domande più importanti del nostro tempo: che cosa significa, oggi, volere un figlio? Le prossime presentazioni di Non piangere coglione: Torino, venerdì 14 maggio, ore 21.00 - Salone del Libro. QUI il Corriere della Sera, QUI  D-Repubblica, QUI Repubblica-Milano, QUI il Mangialibri, QUI Scritti inediti, QUI Virgilio, QUI La Pagina Aubertiana, QUI la rassegna completa

->Home