Edoardo Albinati

 

Edoardo Albinati è nato a Roma nel 1956. Ha pubblicato una raccolta di racconti, Arabeschi della vita morale (Longanesi 1988), e diversi libri di narrativa e di poesia, Il polacco lavatore di vetri (Longanesi 1989, nuova edizione Oscar Mondadori, 1998), da cui è stato tratto il film omonimo di Peter Del Monte, Orti di guerra (Fazi 1997), Elegie e proverbi (Mondadori, 1989), La comunione dei beni (Giunti, 1995), Maggio Selvaggio (Mondadori, 1999), 19 (Mondadori 2000), Sintassi italiana (Guanda 2001), Il ritorno. Diario di una missione in Afghanistan (Mondadori 2002). Con Svenimenti (Einaudi 2004), ha vinto il Premio Viareggio. Con Filippo Timi è autore di Tuttalpiù muoio (Fandango), e inoltre di Guerra alla tristezza! (Fandango libri), cui è seguito Vita e morte di un ingegnere (Rizzoli) Oro colato (Fandango). Nel 2016 ha vinto il Premio Strega con La scuola cattolica (Rizzoli). Con Rizzoli ha pubblicato Un adulterio e con Baldini+Castoldi Otto giorni in Niger, scritto con Francesca d'Aloja, e Cronistoria di un pensiero infame,.

L'ultimo libro di Edoardo Albinati è Cuori fanatici - Amore e ragione, Rizzoli.

 
© Copyright 2018 Grandi & Associati - Credits - Privacy Policy - Cookies Policy

Grandi & Associati

Agenzia Letteraria

Questo sito utilizza cookies di profilazione
(anche di soggetti terzi).
Proseguendo nella navigazione del sito
l’utente esprime il proprio consenso all'uso dei cookies.

Per maggiori informazioni si rimanda
all’Informativa Privacy estesa e alla Cookies Policy.