Enrico Fenzi

 

Enrico Fenzi (Verona, 1939), già docente di Letteratura italiana all’Università di Genova, è stato arrestato due volte (nel 1979 e nel 1981) e condannato per la sua appartenenza alle Brigate Rosse. Dopo aver scontato dieci anni di carcere è tornato agli studi letterari. Tra le sue opere si ricordano La canzone d’amore di Guido Cavalcanti e i suoi antichi commenti, Il Melangolo, 1999, Saggi petrarcheschi, Cadmo, 2003 e l’edizione ampiamente commentata del De vulgari eloquentia di Dante, Salerno Editrice, 2012. Una nuova edizione del suo armi e bagagli è disponibile presso Egg edizioni.

 

 
© Copyright 2018 Grandi & Associati - Credits - Privacy Policy - Cookies Policy

Grandi & Associati

Agenzia Letteraria

Questo sito utilizza cookies di profilazione
(anche di soggetti terzi).
Proseguendo nella navigazione del sito
l’utente esprime il proprio consenso all'uso dei cookies.

Per maggiori informazioni si rimanda
all’Informativa Privacy estesa e alla Cookies Policy.