Mario Tobino, eredi di

 

è nato Viareggio nel 1910 ed è morto ad Agrigento nel 1991. Esordì nel 1934 con le poesie Amicizia e poi Veleno e amore , cui seguirono il romanzo Il figlio del farmacista e i racconti di mare L'angelo del Liponard .
Fece la guerra in Africa Settentrionale e scrisse Il deserto della Libia (1952). Partecipò alla Resistenza e scrisse Il clandestino ( Premio Strega 1962 ).
Per quarant'anni è stato primario nell'Ospedale psichiatrico di Lucca e da questa esperienza sono nati libri di grande valore. Tra i molti: Le libere donne di Magliano , Per le antiche scale (Premio Campiello 1972), Gli ultimi giorni di Magliano , Il manicomio di Pechino , La ladra , Il perduto amor .
Ha narrato la vita di Dante: Biondo era e bello .
Nel 1976 ha vinto il Premio Viareggio con La bella degli specchi . Le sue opere sono pubblicate in diverse collane Mondadori

 
© Copyright 2018 Grandi & Associati - Credits - Privacy Policy - Cookies Policy

Grandi & Associati

Agenzia Letteraria

Questo sito utilizza cookies di profilazione
(anche di soggetti terzi).
Proseguendo nella navigazione del sito
l’utente esprime il proprio consenso all'uso dei cookies.

Per maggiori informazioni si rimanda
all’Informativa Privacy estesa e alla Cookies Policy.